0

 
CORSO RES

LOCANDINA
ATTESTATI
IN EVIDENZA

 

ATTENZIONE: L'evento è accreditato secondo i nuovi criteri per l'assegnazione dei crediti ECM stabiliti dalla Commissione Nazionale per la formazione continua nel corso della riunione del 13 Dicembre 2016. Si invitano quindi i partecipanti a prendere visione dei ►Requisiti per l'acquisizione dei crediti ECM specificati nell'apposita sezione qui accanto

IL RUOLO DELLE NUOVE TECNOLOGIE BIOFISICHE NELLA GESTIONE DELLE PATOLOGIE CRONICHE DEGLI ARTI INFERIORI
(CRS-335)

RESPONSABILE SCIENTIFICO:

Dott. Giovanni Mosti | Primario del Reparto di Angiologia - Clinica M.D. Barbantini di Lucca

DOCENTE/I:

Prof. Alberto Piaggesi
Dott. Alessandro Corsi
Dott. Antonino Lania
Ing. Enrico Fermi

MODERATORI:

Dott. Giovanni Mosti 
Prof. Alberto Piaggesi

CALENDARIO:

25 Marzo 2017 dalle 09.00 alle 13.15

SEDE:

San Ranieri Hotel Via Filippo Mazzei, 2 | 56124 Cisanello, Pisa (PI)

RILEVAZIONE PRESENZE:

Sistema elettronico a badge

DURATA:

4 Ore

CREDITI ECM:

4.0

SPONSOR:

 

PRENOTATI PER RIEDIZIONE ECM

PRESENTAZIONE DEL CORSO

Un'ampia varietà di condizioni mediche caratterizzano le patologie croniche degli arti inferiori. Le lesioni cutanee croniche rappresentano un problema sempre più invalidante e frequente della società moderna. Esse nella maggior parte dei casi si manifestano a carico degli arti inferiori, tuttavia la loro localizzazione dipende spesso dal processo patologico sottostante. Consideriamo una lesione “cronica” nel momento in cui non sia guarita entro 4 settimane dalla comparsa.

In particolare, le lesioni croniche degli arti inferiori rappresentano una grande sfida per i medici in tutto il mondo. Il 3% della popolazione mondiale over 60 e il 5% della popolazione over 80 soffre di ulcere croniche agli arti inferiori.

Premessa fondamentale è che il trattamento delle lesioni cutanee croniche deve essere inteso come un trattamento a 360° del paziente e non solo della lesione. Le lesioni cutanee croniche sono infatti il risultato di una patologia sistemica. Pertanto, oltre ad un trattamento topico delle ulcere, è fondamentale una stabilizzazione sistemica della condizione sottostante.

Le ferite vengono trattate normalmente con medicazioni avanzate, medicazioni biocompatibili che favoriscono l’ambiente ottimale promuovendo la riparazione tissutale.

Recentemente sono state sperimentate con successo diverse opzioni terapeutiche per la gestione delle lesioni croniche, dei tessuti molli e ossei, basate non più sul modello chimico-biologico, bensì su quello fisico-biologico.

Tra queste nuove proposte si annoverano l'utilizzo di ultrasuoni, di corrente elettrica a bassa intensità, di onde d'urto e di pressione negativa, tutte con una solida evidenza sperimentale e clinica alle spalle, e con un profilo rischio/beneficio assolutamente favorevole rispetto all'approccio tradizionale, soprattutto nelle condizioni in cui un apporto ulteriore è necessario per far evolvere lesioni cronicizzate verso la guarigione.

In questo contesto si colloca anche la tecnologia denominata "Risonanza Magnetica Terapeutica" TMR®, basata su campi elettromagnetici pulsati a bassissima intensità e basse frequenze variabili durante l’erogazione della terapia. La TMR® è stata sperimentata in numerose condizioni, tra cui la gestione delle lesioni croniche e delle patologie di pertinenza ortopedica.

DESTINATARI

ASSISTENTE SANITARIO    
FARMACISTA    

  • Farmacia ospedaliera
  • Farmacia territoriale

FISICO    

  • Fisica sanitaria

FISIOTERAPISTA
INFERMIERE
MEDICO CHIRURGO  
 

  • Angiologia
  • Cardiochirurgia
  • Chirurgia generale
  • Chirurgia maxillo-facciale
  • Chirurgia plastica e ricostruttiva
  • Chirurgia toracica
  • Chirurgia vascolare
  • Continuità assistenziale
  • Cure palliative
  • Dermatologia e venereologia
  • Direzione medica di presidio ospedaliero
  • Geriatria
  • Malattie metaboliche e diabetologia
  • Medicina dello sport
  • Medicina fisica e riabilitazione
  • Medicina generale (medici di famiglia)
  • Medicina termale
  • Ortopedia e traumatologia
  • Privo di specializzazione
  • Radioterapia
  • Reumatologia

PODOLOGO
TECNICO ORTOPEDICO

OBIETTIVI

Il corso ha lo scopo di presentare l’inquadramento clinico delle patologie croniche degli arti inferiori mettendo in luce oltre alle soluzioni terapeutiche standard, quelle più innovative basate non più sul modello chimico-biologico, bensì su quello fisico-biologico.

OBIETTIVO ECM DI RIFERIMENTO
Ob. 29 – Innovazione tecnologica: valutazione, miglioramento dei processi di gestione delle tecnologie biomediche e dei dispositivi medici. Health Technology Assessment.
 

PROGRAMMA

Ore 8,30 Registrazione partecipanti con sistema elettronico a badge
MODERATORI: Dr. Giovanni Mosti e Prof. Alberto Piaggesi
Ore 9,00 SESSIONE 1 “Le patologie ulcerative degli arti inferiori. Inquadramento clinico” 
Moderatore Prof. Alberto Piaggesi
Ore 9,00 La patologia vascolare 
Dott. Alessandro Corsi - Dirigente medico I Livello USL Centro Toscana, Esperto in Wound Care 
Ore 9,45 La patologia diabetica
Prof. Alberto Piaggesi - Direttore Sezione Dipartimentale Piede Diabetico, Dipartimento Medicine Specialistiche, Azienda Ospedaliero-Universitaria Pisana

Ore 10,45 Coffee break

Ore 11,00 SESSIONE 2 “La moderna gestione delle patologie croniche degli arti inferiori” 
Ore 11,00 La riabilitazione delle patologie croniche agli arti inferiori 
Dott. Antonino Lania - Specialista in fisiatria - specialista in medicina dello sport
Ore 11,40 Le nuove tecnologie biofisiche
Ing. Enrico Fermi – Professore a contratto c/o Università degli studi di Milano
Ore 12,40 SESSIONE 3     Dibattito e domande 
Ore 13,15 SESSIONE 4     Compilazione questionari

Compilazione test di apprendimento
Compilazione questionario di gradimento
Ore 13,30 Fine lavori  

 

REQUISITI PER L’ACQUISIZIONE DEI CREDITI ECM

L'evento è accreditato secondo i nuovi criteri per l'assegnazione dei crediti ECM stabiliti dalla Commissione Nazionale per la formazione continua nel corso della riunione del 13 Dicembre 2016. Pertanto la frequenza è obbligatoria al 90% della durata dell'evento che sarà rilevata con sistema elettronico in entrata ed in uscita per ogni mezza giornata.

Al fine dell'assegnazione dei crediti inoltre i partecipanti dovranno superare il test di apprendimento finale (valido con almeno il 75% delle risposte esatte) che sarà consegnato solo al termine dell'evento, come da disposizioni ministeriali.

ATTENZIONE: il partecipante che volesse uscire anticipatamente rispetto alla conclusione dell'evento, per ottenere i crediti ECM (sempre che l'uscita anticipata preservi la frequenza al 90%), dovrà sostenere il test di apprendimentoesclusivamente on line sul sito di Labor Medical entro e non oltre 3 giorni dalla conclusione dell'evento con una singola compilazione del questionario (non ripetibile).