ATTESTATI

IN EVIDENZA

ISCRIZIONI CHIUSE

Per eventuali richieste scrivere a: segreteria@labormedical.it

Evento realizzato con il contributo non condizionante di:

      

        

       

   

   

 

NUOVE TECNOLOGIE DIAGNOSTICHE IN FISIOTERAPIA TORACICA ED IN RIABILITAZIONE

CRS-1125

RESPONSABILE SCIENTIFICO:

Luca Bianchi - Responsabile UO Specialistica 1 - Ospedale “E. Spalenza” Fondazione Don Carlo Gnocchi di Rovato

DOCENTI:

Luca Bianchi - Responsabile UO Specialistica 1 - Ospedale “E. Spalenza” Fondazione Don Carlo Gnocchi di Rovato
Angelo Longoni Fisioterapista del Servizio SRRF e del Reparto di Riabilitazione Cardio Respiratoria “Paola Giancola” e Neuromotoria dell’ASST Lariana – Presidio di Cantù
Francesco Cenni Faculty of Sport and Health Sciences, Biology of Physical Activity. Neuromuscular Research Center. University of Jyväskylä (Finland).
Isabella Romagnoli - Medico chirurgo, specialista in Malattie dell’apparato respiratorio presso la Fondazione Don Carlo Gnocchi ONLUS-IRCCS, Firenze. UO. Pneumologia Riabilitativa
Vittoria Comellini - U.O. di Pneumologia e Terapia Intensiva Respiratoria, Policlinico S. Orsola-Malpighi, Bologna

MODERATORI:
Luca Bianchi - Responsabile UO Specialistica 1 - Ospedale “E. Spalenza” Fondazione Don Carlo Gnocchi di Rovato
Giampietro Marchetti - Dirigente Medico Pneumologo - UOC Pneumologia - Spedali Civili Brescia
Mara Paneroni - Fisioterapista U.O Pneumologia - ICS Maugeri - Lumezzane

CALENDARIO:

ACCREDITATO ECM dal 15/03/2021 al 10/12/2021

DIDATTICA:

FAD ASINCRONA

DURATA:

3

CREDITI ECM:

4.5

SPONSOR:

Linde Medicale srl, Sylco Srl, AstraZeneca SpA, Novartis Farma S.p.A., Sapio Life srl, VitalAire Italia SpA, GlaxoSmithKline SpA

PARTNER:

Ospedale “E. Spalenza” Fondazione Don Carlo Gnocchi, ARIR (associazione dei terapisti della riabilitazione) e  Pleural HUB per la concessione del patrocinio

Quota di iscrizione: PARTECIPAZIONE GRATUITA

PRESENTAZIONE DEL CORSO

Arthur Schopenauer in uno dei suoi aforismi ricordava che tutte le verità attraversano tre distinte fasi: una prima in cui quanto dimostrato come vero non viene preso in considerazione se non addirittura ridicolizzato, una seconda in cui quanto proposto come vero è oggetto di forti opposizioni ed infine una terza in cui tutti riconoscono quanto proposto come ovvio. È quanto accaduto all’impiego della metodica ultrasonografica in ambito toracico, che ha attraversato una fase di grande scetticismo da parte degli addetti ai lavori, seguita poi da un periodo di fervente curiosità per le sorprendenti immagini che riusciva a consegnare consentendo, in modo non invasivo di diagnosticare e di monitorare differenti patologie in ambito toracico. Nessuno mette in dubbio, attualmente, l’utilità dell’ecografia toracica, soprattutto nel setting dell’emergenza urgenza, nel percorso diagnostico dello pneumotorace, dello scompenso cardiaco congestizio, ed anche in patologie tradizionalmente appannaggio della radiologia tradizionale come la polmonite e l’embolia polmonare. L’ecografia polmonare ha conosciuto più recentemente un interesse crescente anche In ambito riabilitativo respiratorio; l’ecografia toracica consente per esempio di valutare la mobilità e la contrattilità del diaframma in modo dinamico in corso di malattie neuromuscolari; analogamente può essere utilizzata durante le fasi di svezzamento dalla ventilazione meccanica, oppure consente di valutare in modo non invasivo l’efficacia della ventilazione meccanica non invasiva.  L’ecografia polmonare si propone anche come strumento di valutazione dell’efficacia del trattamento chinesiologico del torace in condizioni di ingombro catarrale in corso di malattie croniche respiratorie come la BPCO e l’asma cronico. In sostanza l’uso dell’ecografia polmonare da parte dello pneumologo e del fisioterapista respiratorio offre nuove prospettive, migliorando la precisione dell’esame clinico e guidando la scelta della strategia terapeutica di fronte a deficit polmonari e diaframmatici. L’uso degli ultrasuoni nella fisioterapia respiratoria da parte di un operatore addestrato e formato consente di specificare l’indicazione alla fisioterapia respiratoria e di valutarne l’efficacia. Costituisce uno strumento di scelta da integrare nell’esame del paziente, analogamente all’auscultazione. Lo studio del diaframma in condizioni di insufficienza respiratoria che necessita di ventilazione meccanica, consente anche di valutarne l’efficacia ed il “timing” più corretto per lo svezzamento.Sulla scorta di questa affermata utilità e future potenzialità, il presente corso si propone di affrontare, in modo sistematico con lezioni frontali e parte pratica, il possibile impiego dell’ecografia toracica in fisiokinesiterapia toracica e più completamente in riabilitazione respiratoria. E’ previsto anche un focus su metodiche altrettanto innovative quali: impedenzometria.. o la “forced oscillation technique” in corso di malattie respiratorie croniche (asma e BPCO), la ventilazione negativa e gli alti flussi umidificati.

DESTINATARI

Fisioterapista, Medico chirurgo ( Chirurgia toracica, Cardiologia, Geriatria, Malattie dell'apparato respiratorio, Medicina fisica e riabilitazione, Medicina interna, Neurofisiopatologia, Radiodiagnostica), Tecnico di neurofisiopatologia

 

OBIETTIVO ECM DI RIFERIMENTO:

Nr. 3. Documentazione clinica. Percorsi clinico assistenziali diagnostici e riabilitativi, profili di assistenza profili di cura

Introduzione – Luca Bianchi, Giampietro Marchetti e Mara Paneroni

1 h e 30’- Le tecnologie diagnostiche: la parola agli esperti

  • 25’ - L’ultrasonografia: come funziona sul torace - Vittoria Comellini (in video collegamento)
  • 20’ - L’impiego clinico dell’ecografia toracica in pneumologia riabilitativa - Angelo Longoni
  • 15 ‘- Valutazione in 3d del Muscolo periferico - Francesco Cenni (in video collegamento)
  • 20’ - Valutazione ecografica dell’efficacia della Ventilazione meccanica e dell’assistenza alla tosse - Angelo Longoni
  • 10’ – Spazio alle domande e breve dibattito

1 h - Le novità terapeutiche per asma e BPCO

  • 20’ - L’angolo delle novità nella diagnosi e trattamento farmacologico e non farmacologico dell’asma e della BPCO - Luca Bianchi
  • 20’ - Le resistenze polmonari periferiche nell’asma e nella BPCO possono essere misurate e si modificano dopo terapia broncodilatatrice o dopo trattamento riabilitativo? La tecnica delle Oscillazione Forzate (FOT)   - Isabella Romagnoli (in video collegamento)
  • 20’ Nuovi strumenti in riabilitazione respiratoria: Alti Flussi Umidificati, Physioassist (Simeox), EFA (expiratory Flow Accelaration) - Luca Bianchi

10’ - Conclusioni – Luca Bianchi 

Compilazione test di apprendimento e questionario di gradimento